Il tuo sogno è quello di diventare un procuratore sportivo? Allora prosegui questa lettura e scopri come diventare un procuratore sportivo.

Se ti stai domandando come si fa a diventare procuratore sportivo 2021 sei capitato nel posto giusto vogliamo infatti, in questo articolo, darti tutte le nozioni necessarie per capire chi è il procuratore sportivo, cosa fa e come poterlo diventare. Mettiti comodo perciò e prosegui l’intera lettura per riuscire a scoprire come puoi realizzare il tuo sogno.

Il procuratore sportivo è l’intermediario tra gli atleti di vario settore e la società che vuole ingaggiarsi, il suo compito è quello di muoversi all’interno del mercato sportivo e curare gli interessi dei suoi assistiti. Questo vale per tutti gli sport, ogni sportivo o atleta si affida ad un procuratore sportivo ecco perché alle domande su come diventare agente fifa, procuratore sportivo figc o coni procuratore sportivo, o ancora procuratore sportivo minorenni la risposta rimane sempre la stessa. Andiamo perciò a scoprire come fare.

Cosa bisogna studiare per diventare procuratore sportivo?

Per diventare un procuratore sportivo non è necessario conseguire una laurea anche se una laura in Economia, Giurisprudenza o Scienze motorie potrebbe rivelarsi utile nel tuo percorso. Al giorno d’oggi se non hai modo di frequentare in presenza puoi farlo online ci sono moltissime facoltà che ti permettono di organizzare il tuo piano studi personalizzato in base ai tuoi impegni. Dal momento che si tratta di sport e di atleti ma anche di marketing è importante avere delle competenze in questo settore e a tal proposito vi sono diversi corsi formativi o master a cui puoi prendere parte. Basta fare una breve ricerca su Google per imbatterti in quelli presenti nella tua città, questo tipo di corsi ti permetteranno di avere le competenze di base e necessarie per svolgere questo lavoro.

Per iniziare a svolgere questa attività però hai bisogno di un esame di abilitazione che è diventato obbligatorio dal 2019. Per potervi accedere è necessario avere i requisiti richiesti, che sono:

Ci sono due tipologie di esami differenti, se vuoi diventare procuratore sportivo per giovani calciatori o calciatori professionisti allora dovrai fare l’Esame di abilitazione CONI che è suddiviso in una prova scritta di 20 minuti con 30 domande ed una prova orale. Dopo aver superato questo esame allora potrai svolgere l’esame di abilitazione FIGC che è composto da una prova scritta di 30 minuti con 20 domande. Una volta passati i due esami allora si potrà effettuare l’iscrizione ai registri CONI e FIGC, l’iscrizione è da rinnovare ogni anno.   

Come funziona il lavoro di procuratore sportivo?

Abbiamo già accennato ai compiti di un procuratore sportivo ma vediamo più nello specifico. Il suo compito è quello di assicurarsi che l’atleta che rappresenta abbia a disposizione un contratto vantaggioso, si occupa perciò di fare da intermediario con la società sportiva affinché si possa proporre all’atleta un contratto ottimo di assunzione, concorda perciò le modalità, i compensi, il rinnovo ed eventuali trasferimenti affinché si possa ottenere un’offerta lavorativa idonea.

Come si fa a diventare Agente di calciatori?

Per poter diventare agente di calciatori è da eseguire l’esame di abilitazione CONI che come abbiamo già anticipato è suddiviso in due parti una prova orale e una prova scritta.

Quanti soldi ha Mino Raiola?

Mino Raiola è uno dei procuratori sportivi più famoso al mondo che assiste molti calciatori famosi, secondo la rivista Forbes il fatturato del 2020 ammonta a 84,7 milioni di dollari.

Ora che conosci tutto quello che c’è da sapere su come diventare procuratore sportivo 2021 non ti resta altro da fare che iniziare a lavorare sodo per raggiungere il tuo sogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.