Sempre più spesso si sente parlare di primo soccorso. Ma cos’è davvero? Si tratta di una serie di attività volta a prestare soccorso in situazioni di emergenza in attesa dei soccorsi qualificati. Viene dunque effettuato da persone non qualificate formate però  adeguatamente per eseguire questa attività. Allo stesso modo è fondamentale la sicurezza sul lavoro al fine di evitare incidenti, a volte anche invalidanti, sui luoghi professionali. Ma chi può erogare corsi di primo soccorso e di sicurezza? Vediamolo insieme. 

Corsi di primo soccorso e di sicurezza: quando è obbligatorio il primo soccorso?

L’obiettivo del primo soccorso è dunque quello di aiutare la persona che ne ha bisogno mentre si aspettano i soccorsi qualificati. Questo può essere effettuato quindi da persone non qualificate, ma che conosca gli elementi base del primo soccorso. Per le aziende che hanno almeno un dipendente e un socio lavoratore è obbligatorio avere un addetto al primo soccorso. Strettamente collegato a quest’ultimo è il corso di BLSD. Letteralmente l’acronimo di Basic Life Support and Defibrillation, si tratta di una tecnica di primo soccorso che prevede l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico. Le manovre di BLSD si attuano nel caso in cui ci troviamo difronte a un arresto cardiaco. Ma chi può fare il corso BLSD e di primo soccorso? Il corso può essere effettuato da chiunque, per motivi personali o professionali, deve soccorrere una vittima di arresto cardiaco respiratorio.

Corsi di primo soccorso e di sicurezza: differenza tra corso di primo soccorso e BLSD

Come dicevamo, per primo soccorso si intende quella serie di attività di primo intervento e attivazione di primo soccorso. Mentre il BLSD è una tecnica di primo soccorso che comprende la rianimazione cardiopolmonare.  Lo scopo di entrambi è quello di prestare soccorso tempestivo alla vittima. Ma chi può rilasciare un attestato di partecipazione? Possono rilasciare gli attestati dei corsi di sicurezza e di primo soccorso:

Inoltre le figure sanitarie come medici e infermieri, hanno l’esonero dal corso di primo soccorso. Questo perché la loro qualifica è superiore ai requisiti richiesti dal DM 388/03.
Come diventare invece docente di primo soccorso? Per prima cosa bisogna essere un medico o un infermiere e poi bisogna poi iscriversi a un Instructor Qualification Course (IQC) e seguire il modulo relativo al corso che si intende insegnare. Nella maggior parte dei casi a tenere i corsi è un medico docente o un medico neoabilitato nei corsi di primo soccorso.
Corsi di sicurezza: chi può erogare formazione sicurezza
Chi può rilasciare invece gli attestati di formazione sulla sicurezza? Secondo i 6 criteri di qualificazione previsti da D.I. 06 marzo 2013,può tenere i corsi chi ha:

  1. Precedente esperienza di docenza di almeno 90 ore negli ultimo 3 anni nell’ambito sicurezza;
  2. Laurea coerente con le materie oggetto della docenza unitamente a un percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore  o abilitazione all’insegnamento;
  3. Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di almeno 64 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  4. Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di almeno 40 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  5. Esperienza lavorativa o professionale almeno triennale nel campo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, coerente con l’area tematica oggetto della docenza;
  6. Esperienza di almeno sei mesi nel ruolo di RSPP o di almeno dodici mesi nel ruolo di ASPP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.